I VINCITORI DEL CONCORSO LETTERARIO ASINIÙS 

IMG-20190319-WA0008

Erano fredde e corte le giornate, e Natale alle porte. Tra fiocchi rossi e luci intermittenti da sette case arrivava, entusiasta e ridente, un Sì! Ci sto!

Nasceva così la giuria del primo Concorso Letterario dedicato all’asino. Dopo due settimane, il bando. Pochi giorni e il primo racconto.

Nei mesi sono giunte storie d’asino da tutta Italia, e ogni volta è stata un’emozione ricevere quelle email.

A tutti è andato subito il nostro grazie, che oggi vogliamo ripetere con grande calore (eh sì, non sono più giornate fredde…)

Come annunciato, i sette giurati hanno letto e valutato i racconti in autonomia, e poi… abbiamo fatto i conti.

Siamo felici oggi di annunciare i nomi dei tre vincitori, ai quali si aggiungono sei Menzioni di merito e un Premio speciale della giuria.

A tutti loro i nostri complimenti!

A tutti i partecipanti ancora grazie per aver dato testimonianza del proprio amore per asini, muli e bardotti.

E grazie grazie grazie a chi ci ha aiutato divulgando  la notizia.

Particolarmente grati a Il Paradiso degli Orchi, Considera l’armadillo di Radio Popolare e L’alveare di Radio Capodistria.

La cerimonia di premiazione avrà luogo Sabato 14 settembre 2019, a partire dalle ore 16.00 a Oleggio (Novara) presso l’Associazione e Residence La Bellotta, via Vecchia Ticino, 35.

Stiamo organizzando una festa felice in mezzo a orecchie moooolto lunghe. Un’occasione aperta a chiunque desideri condividere questo momento di gioia: siete tutti invitati!

Ed ecco, finalmente, i nomi!

 

Testo 1° classificato: “Bravo” di Rachele Totaro (Occhieppo Superiore/BI)

 

Testo 2° classificato: “Chissà se Luca ha bevuto il mio latte” di Paola Cosolo Marangon (Capriva del Friuli/GO)

 

Testo 3° classificato: “Asini si nasce” di Alessandra Codan (Rho/MI)

 

Premio speciale della Giuria: “Lucignolo” del Collettivo “Artisti della parola Ellepikappa” (Pozzo d’Adda/MI)

 

Menzioni di merito:

 

Il raglio dell’asino” di Gabriele Andreani (Pesaro)

 

L’incredibile furto del raglio di Munch” di Maria Chantal Baj (Colverde/CO)

 

L’odore della pelle” di Andrea Battantier (Roma) e Caterina Comparelli (Oleggio/NO)

 

Somari e muli” di Laura Imbimbo (Roma)

 

La carezza di un uomo” di Raffaele Mantegazza (Arcore/MB)

 

Sottile la zampa, di velluto le orecchie” di Marina Mascher (Bolzano)