CI SCRIVE ELIO FIORUCCI

 

Riceviamo queste care parole da Elio Fiorucci, noto a tutti come imprenditore della moda, ma anche grande amico degli animali. Grazie!

fiorucci-645x385

Mi sembra la primavera di una nuova vita in un mondo che precipita nei più profondi baratri dell’egoismo e delle paure, esiste evidentemente più spazio e voi ne siete la prova per il cuore e i sentimenti più belli.

Io ho avuto la fortuna di vivere l’infanzia in campagna e per me tutti gli esseri viventi, dal saltamartino o cavalletta all’elefante, sono i miei veri compagni di vita.

L’asino in particolare ha sempre rappresentato la bontà, la dolcezza e a volte solo vedendolo mi commuovo.

Penso quanto egoismo, quanta cattiveria ha dovuto subire da questo animale che si è chiamato uomo, che ha delle punte d’amore e di cattiveria che non si sa da cosa gli provengano.

L’asino per la sua bontà e nessuna pretesa è diventato simbolo dell’ignoranza per questo uomo cattivo, che confonde la dolcezza e la non aggressività con la stupidità.

Io ho sulla mia scrivania delle ceramiche bellissime che rappresentano un asino e una mucca, che dovrebbero essere nostri compagni di viaggio e noi li abbiamo ferocemente catturati e seviziati.

Speriamo che almeno fra un millennio i diritti degli animali siano parificati a quelli dell’uomo.

 

20/07/2015, Nota della Redazione:

Scompare oggi un grande uomo, un grande artista, un vero amante degli animali.
Poco dopo la nostra nascita ci aveva dedicato queste bellissime parole, che rileggiamo volentieri insieme a tutti voi.
Stasera il nostro pensiero va a te, Maestro. Riposa in pace.